ARTE TERAPIA per la FIBROMIALGIA

Con grande piacere ho accettato di parlare con la dr.ssa Marina Pirazzi , direttrice editoriale di FIBROMIALGIA – LA RIVISTA ITALIANA dei benefici  dell’Arte Terapia per  le persone che soffrono di fibromialgia.

Per maggiori approfondimenti  vi invito a leggere ” FIBROMIALGIA – LA RIVISTA ITALIANA” che  è prodotta e distribuita ai propri soci dall’associazione senza fine di lucro La Compagnia dei Fibromialgici. Associarsi è facile: basta seguire le istruzioni http://www.fibromialgiamagazine.it

 

APPROCCIO PSICODINAMICO IN ARTE TERAPIA

L’approccio psicodinamico all’arte terapia è particolarmente attento all’insieme dei meccanismi e processi psichici sottesi al comportamento e più in generale alla personalità di un individuo che si attivano mentre la persona crea, singolarmente o in relazione ad altri.

Jpeg
Jpeg

che cosa non è l’Arte Terapia

  • NON è un corso per imparare a disegnare o un laboratorio artistico

LABORATORI                                                            LABORATORI

ARTISTICI                                                                   ARTE TERAPIA

Lavoro per facilitare                  Lavoro per facilitare la

la persona a                             persona nell’espressione    creare                                                                                                                           ↓                                                                                                                                 

UN PRODOTTO                          di   SE’                                

pre-stabilito                           nella  socializzazione SENZA

                                                  preoccuparsi del prodotto

  • NON è un Colouring Book

 arte terapia gabriella castagnoli 7

MA L’ARTE TERPIA A COSA SERVE?

ARTE TERAPIA GABRIELLA CASTAGNOLI

L’Arte Terapia:

  • aiuta ad esprimere stati emotivi difficilmente comunicabili attraverso le sole parole;

  • aiuta a gestire gli stati emotivi, accompagnando la persona nel riconoscimento delle proprie risorse;

  • facilita lo sviluppo dell’autostima;

  • facilita il dialogo tra corpo e mente;

  • facilita lo sviluppo delle capacità comunicative e relazionali;

  • migliora la qualità di vita della persona aiutandola a riconoscere le proprie potenzialità e ad utilizzare le proprie emozioni come risorse in relazione a se stessa e agli altri.

PERCHE’ UTILIZZARE I MATERIALI DI PITTURA?

ARTE TERAPIA GABRIELLA CASTAGNOLINelle sedute individuali e nei laboratori di gruppo, i materiali e le immagini create possono costituire un ponte tra la mente e il corpo, tra sé e l’altro, tra individui appartenenti a culture diverse. Oltre a favorire l’autoespressione, possono mediare la relazione tra i partecipanti e/o con l’arte terapeuta. Attraverso l’utilizzo “guidato” dei materiali secondo le tecniche dell’arte terapia, ciascuno può intraprendere un percorso in cui sviluppare, riconoscere e ampliare il proprio stile espressivo personale ed entrare in relazione con lo stile espressivo dell’altro. Nei contesti di gruppo, nel rispetto della persona , del suo spazio intimo e dell’immagine creata, non è consentito fare commenti sulle immagini altrui, a meno che non sia l’autore stesso a desiderarlo e a richiederlo. In quest’ultimo caso, l’invito è quello di considerare tutto ciò che verrà detto quale punto di vista. Tale punto di vista potrà confermare il proprio, oppure differenziarsi da questo, andando o meno ad ampliare e ad arricchire la propria percezione iniziale rispetto all’immagine creata, ma non potrà in alcun modo essere considerato come appartenente all’immagine e tanto meno al suo autore.

Essere creativi è infatti imparare ad utilizzare le proprie emozioni come risorse per entrare in relazione sia con se stessi che con il mondo esterno; è imparare a vedere le cose da diversi punti di vista, esplorare strade prima non considerate, sviluppare fiducia nelle proprie potenzialità di incidere sull’ambiente e di effettuare scelte.

Ciò che vedo nell’immagine dell’altro,
come ciò che vedo nella mia,
riguarda me. “

ARTE TERAPIA: di cosa si tratta?

ARTE TERAPIA GABRIELLA CASTAGNOLI

L’Arte Terapia NASCE nei Paesi Anglosassoni negli anni Quaranta, dall’incontro e integrazione tra il mondo dell’arte e il mondo della psicoanalisi. La sua specificità risiede nell’utilizzo dei materiali pittorici e scultorei quali mezzi per dare forma, colore e voce ai propri vissuti e renderli suscettibili di trasformazioni. In Arte Terapia, linguaggio per immagini e linguaggio verbale sono come due fili che si intrecciano: le immagini aprono la strada alle parole, guidandone il corso. L’approccio psicodinamico a cui facciamo riferimento è stato inaugurato dalla psicoanalista Margaret Naumburg negli anni Quaranta e si è sviluppato e arricchito nel tempo grazie al contributo di numerosi autori, tra cui il principale è Arthur Robbins, del Pratt Institute di New York.

L’approccio psicodinamico dà rilevanza al PROCESSO CREATIVO quale mezzo per lavorare sulla relazione tra sè e il proprio mondo interno e sulla relazione tra sè e il mondo esterno. Attraverso l’utilizzo dei materiali artistici e delle immagini, i messaggi e i contenuti profondi di ciascun individuo possono trovare un modo, un tempo ed un ambiente adatti, protetti ed accoglienti, per poter essere espressi, riconosciuti, valorizzati e modificati all’interno della relazione con l’arte terapeuta.

L’Arte Terapia da un contributo di prima qualità ed efficacia al raggiungimento e al mantenimento salute psicofisica della persona. Incrementa le sue risorse creative, espressive, affettive, cognitive e relazionali utili ad affrontare le difficoltà e le sfide che la vita quotidiana ci presenta. Alla persona che si rivolge all’arte terapeuta, NON E’ RICHIESTA NESSUNA ABILITA’ DI TIPO ARTISTICO ma l’uso dei materiali artistici e del processo creativo, all’interno della relazione con l’arte terapeuta, facilita la persona nell’espressione ed elaborazione dei propri vissuti . Il percorso porta all’acquisizione di strumenti indirizzati al cambiamento, all’affrontare le difficoltà (carico genitoriale, stress lavorativo, disagio emotivo) e alla crescita personale.
La
creatività non è infatti una “dote” che appartiene solo a quelle poche persone che chiamiamo “gli artisti”, bensì è una dimensione psicologica che esiste a livello potenziale in ogni essere umano. Attraverso specifiche modalità di utilizzo dei materiali pittorici e scultorei, l’arte terapia mira a sviluppare il potenziale creativo che è in ciascuno di noi e che costituisce una risorsa per la gestione di affetti, emozioni e relazioni.

Creare strade percorribili…..

mediazione gabriella castagnoli
Riproduzione di un disegno  di un minore

Tra le FUNZIONI della MEDIAZIONE FAMILIARE quella di aprire e rendere percorribili strade di comunicazione “sana” tra le persone coinvolte nelle trasformazioni della famiglia in via di separazione è particolarmente rilevante per portare in salvo i legami.