Cristoforo De Predis, storia di un miniaturista affetto da sordità

dimensioneC

Nato a Milano tra il 1445 e il 1447,Cristoforo De Predisfu il più illustre esponente di una nota famiglia di artisti meneghini, passando alla storia comeuno dei più importanti miniaturisti italiani. Terzogenito di Leonardo De Predis e Margherita Giussani, Cristoforo nacque sordomuto, una condizione di cui l’artista non si vergognò mai, ma che anzi ci tenne a sottolineare in diverse occasioni.

Purtroppo le notizie biografiche che oggi si hanno a disposizione sono molto esigue, soprattutto per quanto riguarda la formazione di De Predis, di cui non si sa praticamente nulla. Benché non si conosca dove e con chi abbia studiato da miniaturista, quel che è certo è che in breve tempodivenne popolare presso le più facoltose famiglie lombarde. A cominciare daiBorromeo, per i quali, dal 1471 al 1474, Cristoforo, insieme al fratellastro Giovanni Ambrogio (che imparò da lui l’arte della miniatura, acquistando…

View original post 512 altre parole

io.53

dimensioneC

Non scegliere me.
Non sono una principessa.
Sono una guerriera. Sempre in lotta contro qualche nemico senza nome.
E tu non puoi scegliere qualcuno che sia troppo abituato a lottare, troppo abituato ad avere cicatrici che quasi se le dimentica, finché non bruciano.

Non mi scegliere.
Penso troppo, e forse ormai ho capito che non riuscirò mai ad essere pienamente felice.
Vorrei essere stupida, se è questo che serve, o almeno non troppo consapevole.

La mia anima è fatta di cose diverse, di contraddizioni.
Sceglimi se hai capito che sono io quello che vuoi, che non vuoi nient’altro.
Nonostante tutto.

(Catherine Black)

#io, #arte, #poesia, #poeta, #Catherine Black,

View original post

Marina Abramović è in mostra quest’autunno a Milano con un suo importante ciclo

dimensioneC

Marina Abramović in un momento diThe Kitchen.

Dopo il successo dellamostra di Firenze dello scorso autunno,Marina Abramović(Belgrado, 1946) quest’anno torna in Italia e lo fa con una mostra nel complesso dellaPinacoteca AmbrosianadiMilano, e in particolare nell’area sotterranea dell’antico foro romano, nel percorso di visita dellaCripta di San Sepolcro. A Milano, la madrina dellaperformance artarriva dal 18 ottobre al 31 dicembre 2019 con un suo importante ciclo di video,The Kitchen. Homage to Saint Therese, che dà anche titolo all’esposizione.

Si tratta di un’opera in cui Marina Abramović si confronta con una delle figure più importanti del cattolicesimo,santa Teresa d’Ávila: con tre video, l’artista documenta altrettanteperformanceche si sono tenute nell’ex convento di Laboral a Gijón, in Spagna, nelle terre d’origine della santa. Secondo la leggenda, santa Teresa sarebbe stata colta da una levitazione involontaria…

View original post 77 altre parole

Man Ray e la provocatoria evoluzione dell’arte

dimensioneC

Emmanuel Rudnitzky, noto comeMan Ray, nato a Filadelfia il 27 agosto del 1890, ha sempre avuto nel cuore l’arte e la sua sperimentazione, in ogni forma. Ray è stato molte cose:pittore, grafico, fotografo surrealista ed esponente del Dadaismo. Sin da piccolo, si è dedicato al disegno frequentando scuole diverse. In particolare, alla National Academy of Design di New York, dal 1908 al 1912, ha approfondito gli studi in merito aldisegno di nudo.

A quel tempo, frequentava gli ambienti culturali della Grande Mela tra cui il centro della Quinta Strada, ma laLittle Galleries 291gli ha dato l’opportunità di conoscereAlfred Stieglitz, nel 1910, perfezionando la sua formazione grazie anche a personaggi qualiDuchampePicabia.

man-ray

Il suo sperimentare, anche e spesso con fare provocatorio, è stato alimentato maggiormente daAdon Lacroix, intellettuale francese sposata nel 1910, che ha iniziato…

View original post 600 altre parole