AI TEMPI DEL CORONAVIRUS: la scuola

In questo periodo abbiamo sperimentato in maniera repentina la necessita di riconvertire la didattica in didattica distanza come difficoltà lavorativa dei docenti . E la differenza tra gruppi sociali di bambini e ragazzi nel poter accogliere le opportunità di questo nuovo strumento. Se è vero che attraverso la tecnologia è stata mantenuta la continuità di contatto tra insegnanti e ragazzi la novità   della tecnologia ha creato non pochi problemi e , oltre ai rischi (isolamento, dipendenza tecnologia, cyber bullismo, ecc) ci sarà da mettere in conto che la ripresa dovrà essere oggetto di particolare attenzione.  Non dobbiamo dare per scontato riprendere in presenza oltretutto con dispositivi di protezione e con modalità comunque diverse da quelle precedenti, conosciute e sperimentate, anche pensando di mettere a disposizione risorse scolastiche (doposcuola, aiuti compiti, laboratori, attività culturali e sportive). E dunque anche qui l’elemento che ci accompagna è l’imprevedibilità, l’incertezza. Sarebbe opportuno introdurre per un certo tempo un altro elemento: il monitoraggio.  Monitoraggio sulle ricadute che il distanziamento, il lavoro a distanza , il distacco dalle relazioni con gli insegnanti e con i compagni hanno prodotto e produrranno nel breve e medio termine.

cropped-immagine-home-page-5.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...